lunedì 6 febbraio 2012

Trionfo di dolcezza : la zuppetta salernitana, estasi culinaria




Lontano parente del diplomatico e della millefoglie, questo è stato e rimarrà uno dei miei dolci della domenica preferiti, quelli che in casa non dovevano mancare mai. E tutt'ora, quando vado a trovare i miei, ho la certezza matematica di scovare nel cartoccio dei dolci, lei : la zuppetta. 
L'ho sempre chiamata così, in giro per l'italia ho trovato solo delle varianti dai nomi più disparati, ma questa è la ricetta originale, introvabile su internet e che sono riuscito ad avere grazie a una serie di ricerche e letture varie. Croccante e profumata all'esterno, morbida e cremosa all'interno, dà il meglio di sé solo quando è davvero fresca e gli ingredienti sono di prima qualità. Chi l'ha già provata comprende a pieno la mia descrizione, per gli altri non posso far altro che invitarli a prepararsi questo dolce davvero paradisiaco.


Ma non perdiamoci in chiacchiere e vediamo la sua realizzazione:
1 pan di spagna di 20 cm di diametro
2 dischi di pasta sfoglia
1 kg di ricotta di pecora o bufala
gocce di cioccolato fondente
4 tazzine di liquore strega
300 gr. di zucchero a velo

Preparazione: non avendo tempo e possibilità di preparami il pan di spagna, sono andato dalla mia pasticceria di fiducia e ne ho comprato uno pronto, ma ovviamente artigianale! Cuocete in forno i due dischi di pasta sfoglia per una decina di minuti a 200° (mi raccomando bucherellatela sia da un lato che dall'altro a fine di non farla gonfiare durante la cottura) e fateli raffreddare. Ora preparate la bagna per il pan di spagna. Mettete a bollire mezzo litro di acqua con 3 cucchiai di zucchero e una scorza d'arancia per una decina di minuti. Lasciate raffreddare e unite tre tazzine di liquore strega. 
Ora montate la ricotta con lo zucchero a velo (mi raccomando: la ricotta deve essere saporita, o di pecora o di bufala) e aggiungete una tazzina di strega. Bene, ora che avete a disposizione tutto, procedete con l'assemblaggio. Prendete un disco di pasta sfoglia e stendete metà della crema di ricotta montata. Aggiungete la quantità desiderata di gocce di cioccolato. Tagliate a listarelle il pan di spagna, imbevetelo nella bagna precedentemente preparata e disponete il tutto orizzontalmente sul letto di ricotta. 
Terminata questa operazione, utilizzate la ricotta rimanente (lasciando giusto tre cucchiai da parte) e coprite il pan di spagna imbevuto. Sigillate il tutto con il secondo disco di pasta sfoglia. Con la ricotta rimanente, se volete, potete guarnire la circonferenza della zuppetta, magari aggiungendo altre gocce di cioccolato a mo' di decorazione. Infine, spolverizzate il disco di pasta sfoglia con lo zucchero a velo rimanente. Ora vi resta solo di decidere come servire la vostra zuppeta, io la preferisco nel modo classico, un bel pezzo rettangolare e via!Meravigliosa!


Nessun commento:

Posta un commento